Incredibilmente, risparmio

Dollari per sfizi

Lo ammetto, quando mi sono esposta così pubblicamente poi mi sono immediatamente pentita.

  • Va bene raccontare tutti i fatti tuoi online, Francesca, ma questo non è troppo personale?
  • E se poi non ci riesci?
  • Di sicuro ti dimenticherai di aggiornare
  • Di’ la verità, ti sei data un obiettivo davvero impraticabile…

E invece…

  • Ho scoperto che siamo in tanti ad usare delle tecniche di risparmio un po’ caserecce che portano risultati molto reali (i soldi nel barattolo, nella busta, nella carta PostePay dedicata): tanti si sono presi la briga di raccontare il proprio metodo, tra i commenti al primo post e la pubblicazione su Facebook;
  • Ho confermato che l’unica strategia editoriale che mi serve è l’onestà: dire le cose come stanno, non come vorrei che fossero. Sono sempre molto in imbarazzo quando qualcuno mi dà della guru perché in realtà la maggior parte di ciò che scrivo, consiglio e insegno nasce da fallimenti miei, ma ho deciso che invece di piangermi addosso affronto la questione e se ne traggo delle lezioni condivisibili, le condivido. Questo mi ha poi portata a riflettere sul mio rebranding, che si è fermato per molti mesi, ma che ora è entrato nel rush finale e insomma, non sto più nella pelle!
  • Ho riguardato i conti: effettivamente 600 euro da parte in 2 mesi, tolte le spese vere di casa e ufficio, sono molte. Nel dubbio ho fatto l’unica cosa sensata: ripreso in mano entrate e uscite, consuntivate e previste, controllato la fattibilità e deciso che sì, si può fare. Quindi avanti!
  • Per ricordarmi di aggiornare mi sono messa una nota sul cellulare che mi ricorda che devo fare una foto al mio barattolo verso le 11. Poi questa settimana il post l’ho scritto effettivamente molto tardi, ma intanto i soldi nel barattolo ci sono e il post esce.
  • Il mio obiettivo è troppo importante per essere abbandonato: negli USA ci vado per partecipare al WordCamp US, tre giorni a Philadelphia in cui si incontrano persone che lavorano con WordPress in tutto il mondo. L’evento è aperto a tutti, ci si iscrive, si va, si ascoltano speech, si impara, si conoscono persone nuove, si vedono dal vivo persone con cui ci si confronta online, ecc… È un grosso investimento, ma per me è molto importante perché chiude un anno che è iniziato con grandi interrogativi sul mio futuro di creatrice di siti e invece si sta concludendo con un amore totalizzante per questa piattaforma, quindi è una specie di viaggio di nozze o meglio di vows renewal, vedete voi.

Crescono i risparmi

La scorsa settimana ho speso solo 25 dei 30 euro previsti per vizi e sfizi e me li sono molto goduti: sono andata a cena con un gruppo di amici in un locale delizioso di Torino, Da Emilia. Per 25 euro abbiamo mangiato e bevuto come orchi.

Questa settimana quindi nel barattolo ho 35 euro e penso che non li spenderò tutti perché sono bolto balata, quindi sono chiusa in casa 🙂

E voi state procedendo? Come va? Dai, dai, vogliamo sapere!

By Francesca Marano

WordPress Core team lead at Yoast. Prima ero la WordPress Community e Partnership manager SiteGround. Ho creato C+B, contribuisco a WordPress full-time. Ho un gatto, un figlio, un fidanzato e un ex-marito bellissimi e che mi hanno aiutata ad arrivare fin qui.

1 comment

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.