Chi sono

Ciao! Mi chiamo Francesca Marano. 

Aiuto le sviluppatrici e gli sviluppatori a creare l’open web e insegno al resto del mondo a usarlo.

Sono l’Associate Director of Engineering di XWP, una agenzia distribuita specializzata in performance e creazione di siti web per l’enterprise.

Ho guidato due release di WordPress.org, 5.3, “Kirk” e 5.4, “Adderley“. Per intenderci, il software alla base di oltre il 40% del web.

Insomma, sono davvero brava in quello che faccio, ma resto umile e amichevole. Approachable, come si dice in inglese.


Prima ho lavorato da Yoast, l’unico plugin SEO che funziona davvero, e per SiteGround, hosting internazionale con milioni di utenti. Prima ancora ho fatto la sviluppatrice di siti, la segretaria di direzione, la direttrice dell’amministrazione, la cassiera, l’agente di viaggio e anche la fioraia. È più o meno tutto nel mio profilo LinkedIn.

Ho fondato C+B, blog di riferimento per le libere professioniste italiane, con un gruppo di più di 80 autrici, che offre quasi tutti i giorni consigli alle donne in proprio.

Sono una speaker entusiasta e appassionata e potete ingaggiarmi per parlare di WordPress.org, community management, open source, donne e tecnologia, business plan per piccole imprese, strategie di organizzazione aziendale e produttività.

Possiamo anche lavorare insieme: che abbiate bisogno di un’ora per chiarirvi dubbi su WordPress.org o vogliate una temporary COO o CTO, parliamoci!


10 cose su di me

Tra il serio e il faceto. 

  1. Una volta viaggiavo tantissimo. Ora divido il mio tempo tra Italia, Inghilterra e Francia. Covid permettendo, ça va sans dire.
  2. Cibo preferito: pizza al padellino. Seguito da sushi vietnamita (oh, i gusti cambiano!).
  3. Ho una serie di sante protettrici alle quali mi rivolgo per celebrare i successi o ispirarmi quando sono un po’ giù: Beyoncé, Nicki Minaj, Rihanna, Michelle Obama e Hillary Clinton.
  4. Adoro ballare.
  5. Serie TV preferita di tutti i tempi Buffy The Vampire Slayer, per inciso la prima serie in cui si sia detto “Google it”, come non amarla?
  6. Studio tutti i giorni. Per lavoro e per piacere.
  7. Mi mancano tre esami per laurearmi. Dal 2006. Ogni tanto la vita va così.
  8. Dopo aver detestato la campagna per tutta la vita, ora sto progettando di andare a vivere in mezzo alle risaie della Lomellina appena mio figlio andrà all’università.
  9. Ho due gatti e spero che quando il punto 8 si metterà in moto, si aggiungeranno alla famiglia altri animali.
  10. Mi rilasso facendo a maglia, che si dice knitting perché fa più figo.

Per completezza, in questa lista una volta c’erano anche:

  1. Non passa giorno che non legga gli ultimi pettegolezzi su Lainey Gossip.
  2. Penso che Kim Kardashian sia la più grande imprenditrice dei nostri giorni e guardo la sua trasmissione alla ricerca di perle business. Ne trovo almeno due a puntata.
  3. Sono una Belieber e non mi vergogno neanche un po’. Poi però mi commuovo ascoltando Bruce Springsteen, i Led Zeppelin e Marvin Gaye.
  4. David Letterman è insuperabile.

8 comments

  1. Pingback: Bentornati!
  2. Io ho sempre detto “lavorando a maglia” e non “facendo a maglia”. Ma è una sciocchezza anche se stona.

Leave a comment

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.