Impresa cinguetta #2 – hashtags

Nell’articolo precedente, si parlava di hashtag e di come, a dispetto del nome bizzarro, questi non siano altro che parole chiave.

L’impresa di oggi è scrivere 4 messaggi, nel corso della giornata, usando:

  1. #FF, ovvero Follow Friday. È una pratica in uso su Twitter da *ben* 4 anni: il venerdì si consigliano ai propri followers degli utenti da seguire. È un modo molto carino per fare networking, per far conoscere le persone/amici/twitteri che ci piacciono e per fare un po’ di sano passaparola.
    • Evitate di scrivere #FF e una caterva di nomi. Date sempre una motivazione, anche collettiva, che dia il senso del perché consigliate di seguire queste persone
    • Scegliete massimo 3-5 persone da consigliare e non citate sempre le stesse, settimana dopo settimana!
    • Scrivete ogni tanto un #FF super personalizzato, con una bella presentazione ad hoc della persona scelta.
  2. Hashtag di categoria: scegliete un argomento su hashtags.org o su wthashtag.com e usatelo per scrivere un messaggio su un tema caldo che vi interessa.
  3. Hashtag esistenziale: i miei preferiti, ma anche quelli con i quali è più facile toppare. Un hashtag per definire un’idea, situazione, stato d’animo. Tra i più noti:
    • #epicfail: quando proprio una cosa non funziona, non vi riesce, oppure “denuncia” di un errore/comportamento scorretto altrui. Insomma un flop
    • #sapevatelo: una roba che voi ritenete una verità assoluta da condividere.
  4. Hashtag cinguetto: ditemi perché vi piace Twitter taggando #coloniacinguetta. Cliccando poi sul tag potrete vedere tutti i messaggi che ci siamo scambiati in queste prime 2 settimane.

Challenge accepted?

Spero di sì! Fatemi sapere come è andata…

2 comments

Leave a comment

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.