Categories
I fatti miei

5 cose che ho fatto nel 2015 e che mi hanno cambiato la vita e il lavoro

Ieri ho seguito un workshop davvero stimolante, che conclude un anno in cui ho partecipato quasi esclusivamente a corsi che hanno poco o nulla a che vedere con il mio business.

Inizialmente è stata una scelta casuale, poi quando ho capito che stavo seguendo un pattern l’ho abbracciato.

Le 5 cose che più mi sono servite per cambiare e crescere come persona e come imprenditrice nel 2015 sono state:

  1. ascoltare Giorgio Trono al Freelance Camp che ha parlato di come fare contratti per gli umani. Sì, gli avvocati sono umani, ma a volte parlano come bot, Giorgio no. Seguitelo e se vi iscrivete alla sua newsletter ricevete un ebook sull’e-commerce davvero importante e utile;
  2. sempre al Freelance Camp ho sentito per la prima volta dal vivo Luigi Centenaro, che ammetto, fino a quel punto non avevo seguito davvero perché erroneamente pensavo si occupasse solo di grandi aziende. I suoi canvas sono diventati strumenti insostituibili per portare avanti il mio lavoro e per “creare un contesto” anche per i miei clienti (vi parlerò ancora di questa cosa, ora buttata così sembra davvero pretenziosa, mi perdonate?). E poi lì mi sono data il permesso per la prima volta di dire che il mio essere “larger than life” da criticità si può trasformare in opportunità 🙂
    Luigi, torna sul blog, ti prego!!! Intanto potete seguire l’altro suo sito, dedicato al personal branding, dove scrivono tante persone interessanti.
  3. il corso di Sketching di Sara Serravalle per Digital Update per dare una forma visual alle robe che mi frullano in testa; consigliatissima, lei e in realtà tutti i corsi DU (compreso il mio!). Su questa cosa del semplificare la complessità voglio riflettere di più nel 2016 e ora so come;
  4. invece di spendere altri soldi in formazione, andare a WordCamp US. Decisamente l’investimento più importante che io abbia mai fatto per il mio business;
  5. il workshop di ieri a Vercelli sul Design Thinking tenuto da Davide Casali . È stato:
    • un piacere e un onore conoscere di persona Folletto, long time fan, ma non gliel’ho detto perché non volevo metterlo in imbarazzo;
    • commovente sentire Matteo Balocco parlare di come è nato il progetto Hangar Miller, da seguire;
    • stimolante pranzare con Mafe e Filippo. Inoltre è stato proprio buono il pranzo, se passate da Vercelli andate da Paolino;
    • bello chiacchierare con la mia collega Ilaria, che è una timida tosta, quindi non so se il mondo ha capito quanto è tosta. Io spero nel 2016 di trovare più occasioni per confrontarmi con lei. Magari a Vercelli, da Paolino 🙂
    • un privilegio poter conoscere le menti e i cuori dietro a Bottega Miller.

E voi da cosa vi siete fatti ispirare nel 2015 per cambiare?

By Francesca

WordPress Community Manger at SiteGround.

Ho creato C+B, supporto la community globale di WordPress.org nella sua crescita.

4 replies on “5 cose che ho fatto nel 2015 e che mi hanno cambiato la vita e il lavoro”

[…] che ancora no. Poi mi arriva una nuova mail dal blog di Francesca Marano e leggo il suo post “5 cose che ho fatto nel 2015 e che mi hanno cambiato la vita e il lavoro” e ho pensato di rispondere scrivendo a mia volta un post su quello che mi ispirato in questo […]

Ciao Francesca!
Grazie mille per il tuo post. È stato di ispirazione per scriverne uno sulle cose che mi hanno ispirata in questo 2015 e che mi porto pure nel 2016.
La formazione è stata (e sarà) il punto centrale della mia evoluzione.

Grazie e tante belle cose che te le meriti tutte.

Ciao Francesca, quest’anno la più grande ispirazione siete state tu e tutte le donne magnifiche di C+B. Grazie a voi (con voi, perché vi ho sentite proprio accanto!) ho studiato-studiato-studiato, ho ricominciato a confrontarmi con me stessa, i miei limiti, le mie potenzialità e ho riscoperto la bellezza e l’imprortanza del confronto con gli altri. Soprattutto, in questo periodo, con le artigiane e le freelance della mia zona (alcune delle quali amiche da una vita), così posso godermi anche la compagnia fisica oltre che la vicinanza emotiva!
Ti auguro un fantastico 2016, un bacione e tante, tante grazie!
Irene.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *