Addio Google Reader, ti ho amato tanto…

Feedly

*** AGGIORNAMENTO 28/06/2013 ***

Tra 3 giorni Google Reader va davvero in pensione! In questi 3 mesi ho testato meglio le alternative e alla fine ho scelto Feedly. Ho aggiunto qualche considerazione in più in corsivo blu rispetto all’articolo originario.

Buon trasloco!

 

Il 13 marzo, Google ha annunciato che dal 1 luglio non sarà più disponibile Google Reader.

Nelle ultime due settimane, per prepararmi a questo triste e difficile momento, ho provato 2 piattaforme: The Old Reader e Feedly. Ecco i miei consigli:

The Old Reader

Pro: Organizzazione contenuti e grafica simili a Google Reader, niente pubblicità, disponibile in italiano.

Contro: lento come una camula!!! Non so se solo per me, ma tutte le volte che voglio passare da un feed all’altro ci metto diversi secondi. Infatti l’ho abbandonato dopo 2 settimane!

Se volete provarlo ecco i passi da seguire:

  1. Esportare i vostri dati di Google Reader. È sufficiente andare su Google Takeout e seguire le istruzioni.
  2. Entrare in The Old Reader con i vostri dati Facebook o Gmail. Cliccate su Importa e caricate il file subscriptions.xml che avete trovato nella cartella scaricata, opportunamente unzippato (sì, lo so, lui chiede un file OPML ma voi fregatevene e dategli l’xml.).

The Old Reader avverte che c’è una lunga coda per l’importazione e non mente… per importare le mie 130 iscrizioni ci ha messo una settimana!!!

La Home si presenta così.

TheOldReader

Alcune dritte (che trovate anche nella colonna di destra “Tips & Tricks”):

  • Per rinominare le categorie dei feed dovete cliccare due volte sul nome della categorie.
  • Potete trascinare le sottoscrizioni da una categoria all’altra semplicemente trascinandole.
  • Nelle impostazioni potete scegliere cosa vedere, come, in che ordine, ecc…
♥ Feedly ♥

Pro: non si deve fare nessuna importazione, Feedly si sincronizza con Google Reader e sta lavorando a rendere il passaggio invisibile e indolore il 01/07. Il passaggio è stato completato e funziona che è una meraviglia!
L’app per iPad è fatta benissimo. Leggibile, comoda, con diverse opzioni di visualizzazione, collegamento per condivisione su Facebook e Twitter integrato. Insomma, gli ho aggiunto i cuoricini mica per caso.

Contro: barra della pubblicità (io sono sempre dell’idea che sia meglio pagare per un’applicazione piuttosto che vedere pubblicità, leggete in merito anche l’articolo di Gioia). Questo continua ad essere un cruccio quando accedo da browser, ma visto che al 95% leggo su iPad non mi lamento. E poi basta scegliere la visualizzazione Title Only o Cards.

Per leggere le vostre sottoscrizioni su Feedly non dovete fare altro che entrare con i vostri dati Google e le due piattaforme si sincronizzano.

Feedly

Potete scegliere tra diverse impostazioni: colori di sfondo, modalità di organizzazione e visualizzazione delle informazioni (sia a livello generale che per ogni categoria), ecc… In questo post ci sono alcune dritte per rendere meno “traumatico” il passaggio per chi si trasferisce da Google Reader.

Ammetto che essendo io una vecchia carampana di internet questa immagine fighetta mi confonde… però aspirando ad essere meno carampana e più hipster ci sto comunque provando… Nonostante io ami definirmi una tardona in termini tecnologici ce l’ho fatta! Mi sono abituata e mi piace anche.

Se riscontrate problemi nella sincronizzazione tra i diversi dispositivi (io lo leggo da web, da telefono e da tablet) leggete questo articolo che vi spiega come evitare questo problema. In generale il loro blog è ben fatto e utile.

Potete anche aggiungere il bottone ufficiale per farvi seguire su Feedly, io lo incorporerò nel weekend (non ho detto di quale mese…)

+ Bloglovin

Moltissime blogger stanno migrando su questa piattaforma: io non la amo affatto perché non mi piace il layout delle pagine, ma è facile da usare quindi può essere una soluzione (questa simpatica signorina ha scritto delle semplici istruzioni, sì sono in inglese, ma l’aspetto visuale le rende facili da seguire).

 

Insomma progettino veloce per il weekend, no? Se avete bisogno di aiuto fatemi un fischio tramite Facebook o Twitter